ASD Pontevalleceppi - Prima Squadra

18° giornata campionato di Eccellenza stagione 2019/2020

Eccellenza Umbra – 18a giornata: Tiferno 1919 – Pontevalleceppi 0 – 2

ECCELLENZA – ANTICIPO 18° GIORNATA

TIFERNO 1919 – PONTEVALLECEPPI 0 – 2

TIFERNO 1919 (4-3-3): Vaccarecci; Bianchi, Catacchini, Mariucci, Lavano (37’ st Mercuri); Berettoni (18’ st Orlandi), Morvidoni, Colombi; Bartoccini, Valori, Alagia (5’ st Bruschi). A disp: Palazzoli, Sberna, Cangi, Piombini, Mancini, Baldinelli. All. Massimiliano Santececca

PONTEVALLECEPPI (4-4-2): Biscarini; Vergaini, Piazza, Minelli, Ricci (28’ pt Patoia); Dyrma, Bernardini, De Iuliis (24’ st Mancinelli), Polidoro; Regnicoli (40’ st Betti), Urbanelli. A disp: Guerri, Zimoch, Fiorucci, Cancellotti, Monni, Fondi. All. Andrea Lisarelli

ARBITRO: Agrò di Terni

RETI: 7’ pt Regnicoli, 31’ st Urbanelli

NOTE: spettatori 600 circa. Ammoniti Bianchi, Lavano, Catacchini (Tif), De Iuliis (Pvc)

CITTA’ DI CASTELLO – Il Pontevalleceppi torna al successo, ancora in terra nemica (il quarto in campionato) con quella che, fin qui, è stata l’unica squadra battuta anche in casa, ossia il Tiferno 1919, già regolato all’andata con un rotondo 4-0. Altro giro, altra corsa, con i biancorossi (oggi in divisa nera) di mister Andrea Lisarelli che si confermano bestia nera dei tifernati mettendo a segno un colpo da tre punti che mancava dalla terzultima di andata a Castel del Piano. Successo ampiamente meritato per i ponteggiani autori di una prestazione maiuscola, in tutti i reparti, nei vari momenti e da parte di ognuno degli effettivi mandati in campo. Pontevalleceppi al gran completo e mister Lisarelli che sceglie un paio di modifiche alla squadra che ha pareggiato domenica scorsa con l’Ellera. Fuori Cancellotti alto a destra con Dyrma che si riprende la maglia da titolare e passaggio alle 2 punte vere con Urbanelli al fianco di Regnicoli e Betti inizialmente in panchina. Tiferno senza la coppia centrale difensiva titolare Eramo-Tersini, entrambi squalificati e con Cangi, stesso ruolo, in panchina solo per onor di firma in quanto infortunato. Santececca inventa la sua linea a 4 con Catacchini-Mariucci inedito tandem centrale ma da metà campo in su schiera tutta l’artiglieria pesante nel suo 4-3-3 che prevede Bartoccini e Alagia ai lati di Valori, con Colombi titolare a centrocampo, nel ruolo di mezz’ala sinistra. Pronti via e il Pontevalleceppi al 7’ è già in vantaggio. Punizione dalla trequarti ospite di Minelli, un difensore castellano legge male la traiettoria, partita da 60 metri, e spizza di testa all’indietro favorendo Dyrma, controllo di petto e cross di controbalzo a pallonetto del classe 2001, Vaccarecci è scavalcato, Regnicoli irrompe e di testa corregge sottomisura per lo 0-1. Il gol è una mazzata per il Tiferno, che fatica a riorganizzarsi e reagire. Santececca inverte gli esterni, ma solo un guizzo palla al piede di Alagia, al 23’, con il numero 11 che affonda da destra saltando un paio di avversari e effettuando un tiro cross radente respinto coi piedi da Biscarini, spaventa parzialmente gli ospiti. La doccia gelata, in casa ponteggiana, arriva al 28’, quando Ricci sente tirare ed è costretto a chiedere il cambio. Lisarelli, che non ha terzini sinistri under di ruolo, inserisce Patoia a destra tutta fascia, passando al 3-5-2 con Polidoro esterno a sinistra e Vergaini-Minelli-Piazza, da destra a sinistra, trio centrale; Bernardini davanti alla difesa con Dyrma mezzo destro e De Iuliis mezzo sinistro. Il Pontevalleceppi si adatta velocemente al nuovo sistema e al 31’ una palla lunga mancata da Mariucci, spiana la strada a Urbanelli, destro secco volante potente, ma poco preciso, disinnescato da Vaccarecci che respinge in angolo. Il tempo si chiude con l’unica vera chance prodotta dai locali nella prima frazione, al minuto 42’, con un corner di Alagia da sinistra, che taglia fuori tutti, Biscarini compreso, con Bianchi che sbuca sul palo lontano mandando alto di testa da posizione particolarmente favorevole. Si va al riposo sullo 0-1. Avvio di ripresa a ritmi blandi, con leggero forcing del Tiferno che al 10’ si rende pericoloso con una punizione di Valori dai 25 metri con sfera che sfila a lato di non molto. Al 22’ il neo entrato Orlandi apre gas a sinistra e semina il panico, ma sul suo passaggio arretrato la difesa ponteggiana spazza via. Oltre Orlandi, Santececca nel frattempo aveva inserito Bruschi, togliendo Alagia e Berettoni. Il Pontevalleceppi invece mette dentro Mancinelli mezz’ala sinistra al posto di De Iuliis, già ammonito, ma al 28’ una palla persa in fase d’uscita dai biancorossi ospiti porta Bartoccini all’immediata verticalizzazione per Valori, fuga del numero 9 che si presenta a tu per tu con Biscarini, conclusione ravvicinata rasoterra, miracolo del numero 1 ospite che stende il guantone destro, Orlandi pregusta il gol comodo sulla ribattuta, ma Patoia si immola anticipando l’attaccante tifernate con una scivolata provvidenziale. E’ la legge non scritta del calcio: il Tiferno sbaglia, il Pontevalleceppi punisce, raddoppiando al minuto 31’. Giro palla arretrato dei ponteggiani, palla a Biscarini che rinvia lungo aggiungendo la lode alla sua partita da 10 in pagella, confezionando un assist al bacio non per Regnicoli, che, in evidente posizione di fuorigioco, si disinteressa dell’azione favorendo l’inserimento di Urbanelli; tatanka crede su quel pallone, arriva prima di Catacchini e Mariucci, di rincorsa, controlla in area e esplode il sinistro; Vaccarecci, fin lì impeccabile, stavolta devia senza evitare che la palla finisca in fondo al sacco. E’ 0-2 al Bernicchi a un quarto d’ora dalla fine. Il Tiferno reagisce al 36’ con un velleitario destro volante di Bruschi bloccato senza patemi dall’ottimo Biscarini. Un minuto dopo finta e controfinta di Valori, cross dal fondo da sinistra, e Bruschi mastica la conclusione spedendo fuori col destro. Santececca gioca la carta della disperazione togliendo un difensore, Lavano, e inserendo un altro attaccante, Mercuri, ma stavolta la rimonta non riesce. Lisarelli richiama Regnicoli, e inserisce Betti e al 92’, proprio da una spizzata del neoentrato, Polidoro si ritrova tutto solo davanti a Vaccarecci ma sul diagonale del classe 2001 il portierone tifernate si esalta smanacciando ed evitando un passivo ancor più pesante sul groppone. Al Pontevalleceppi riesce l’assalto a Castello, finisce 0-2 per i ragazzi di mister Lisarelli, oggi davvero da applausi, per impegno, determinazione, spirito di sacrificio, compattezza e cinismo. E per festeggiare l’impresa, aperitivo, offerto, come sempre, dal pres Francesco Cancellotti. Bravissimi ragazzi, avanti così !      

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!