ASD Pontevalleceppi - Prima Squadra

23° giornata campionato di Eccellenza stagione 2018/2019

Eccellenza Umbra – 23a giornata: Spoleto – Ponte Valleceppi 1 – 3

ECCELLENZA – GIORNATA 23

SPOLETO – PONTE VALLECEPPI 1 – 3

SPOLETO (4-3-1-2): 1 Zandrini; 2 Calzola, 4 Bellucci (13′ st 15 Olivieri), 5 Boninsegni, 3 Sensi; 7 Colangelo, 6 Bianchi (k), 10 Pigazzini (42′ st 18 Peppoloni); 8 Gbale; 9 Luparini, 11 Ubaldi. A disp: 12 Scerna, 13 Piccioni, 14 Parmegiani, 16 Ceccarelli, 17 Di Patrizi, 19 Petroni, 20 Bartoli. All. Cavalli

PONTE VALLECEPPI (5-3-2): 1 Biscarini; 2 Potenza, 6 Vergaini, 5 Ragnacci, 3 Mattia, 11 Polidoro (32′ st 17 Ricci); 10 Sinisi (23′ st 16 Cecchini), 4 Fanini, 8 Giambattista; 7 Urbanelli (41′ st 15 Betti), 9 Marri (k) (21′ st 18 Regnicoli). A disp: 12 Guerri, 13 Lazzarini, 14 Battaglini, 19 Mancinelli, 20 Monni. All. Ciucarelli

ARBITRO: Sig. Nicchi di Gubbio (assistenti: Sig. Mattoni e Sig. Cannoni di Città di Castello)

MARCATORI: 11′ pt Luparini, 19′ pt Urbanelli, 28′ pt Giambattista, 37′ pt Marri

NOTE: Spettatori 250 circa. Ammoniti: Calzola, Bellucci, Luparini (Spo) e Vergaini (Pvc). Al 28′ st allontanato dalla panchina il presidente Antonini (Spo)

SPOLETO – Il Ponte Valleceppi ribalta lo Spoleto, torna al successo dopo 4 turni e soprattutto si riporta a meno un punto dalla salvezza diretta. Identico risultato della gara d’andata, ma stavolta in favore dei ponteggiani, che passano per 3-1 in terra nemica e raddrizzano la situazione in classifica in vista delle 7 finali ancora rimaste, di cui molte, in realtà, sono scontri diretti, come domenica, col Massa Martana, e poi subito dopo Pontevecchio e Assisi Subasio, per poi finire con Pievese e Ducato. Ma andiamo con ordine, partendo dal match di oggi e dalle formazioni. Spoleto senza Papini e Calabretta, due assenze pesanti, ma con il neo acquisto Olivieri già tesserato e subito in panchina. Cavalli si affida al solito rombo a centrocampo con Colangelo proposto da mezz’ala e Gbale dietro al tandem d’attacco formato da Luparini e Ubaldi. Al centro della difesa, con Boninsegni, gioca Bellucci. Rosa al completo per il Ponte Valleceppi, che cambia poco rispetto all’ultima uscita prima della sosta. Le uniche novità, oltre al ritorno al 5-3-2 a scapito del 5-4-1 visto col San Sisto, sono Polidoro basso a sinistra al posto di Monni e soprattutto Marri schierato in luogo di Betti a dar man forte a Urbanelli. Fanini, al rientro dalla squalifica, si riprende la cabina di regia. In panchina ben 6 over, tra cui i pienamente recuperati Cecchini, Battaglini e addirittura si rivede anche Bobo Regnicoli, che mancava dall’ultima di andata con la Ducato. Campo improponibile per una partita di calcio, con la sfera che rimbalza da ogni parte, e avvio di marca spoletina con i tre davanti che combinano bene e i ponteggiani che si difendono. Al 9′ un retropassaggio di Fanini manda in tilt la difesa ospite, Ragnacci non c’arriva in scivolata, Luparini serve Ubaldi che si invola a campo aperto in un 2 contro 1 importante ma Biscarini sporca la palla prima della conclusione dell’attaccante spoletino e consente il recupero di Mattia che spazza in fallo laterale. L’episodio spaventa il Ponte Valleceppi che due minuti dopo, quando il cronometro segna l’11’, capitola; uno due fulmineo al limite Luparini-Ubaldi-Luparini con il numero 9 che entra in area e batte rasoterra Biscarini sul primo palo portando in vantaggio lo Spoleto. Il Ponte Valleceppi però è in partita, e al 19′ pareggia. Fallo laterale, palla a Fanini che crossa col mancino in the box, Urbanelli spizza di testa infilando la palla all’angolo più lontano per l’1-1. Minuto 26′, clamorosa chance per lo Spoleto per tornare in vantaggio, quando Pigazzini imbuca per Ubaldi, Polidoro lo tiene in gioco, l’11 scappa via innescando un 2 contro il portiere ma sbaglia incredibilmente il passaggio finale per Luparini, che avrebbe segnato a porta vuota, consegnando la sfera tra le braccia di Biscarini, formidabile comunque nella lettura della situazione. La legge del calcio si sa, sotto questo punto di vista, è impietosa e così al 28′, l’uomo che non ti aspetti, concretizza la regola del “gol mangiato, gol subito”. Angolo dalla sinistra, Sinisi crossa al centro, palla respinta corta al limite dove Giambattista, proprio lui, al volo col sinistro batte Zandrini, confezionando il sorpasso del Ponte Valleceppi. Primo gol in Eccellenza meritatissimo per il classe 1999, che dopo pochi spiccioli di minutaggio con mister Guastalvino, sta giocando con regolarità, e sempre da titolare, dall’arrivo di mister Ciucarelli. Il gol ha un effetto anestetico sullo Spoleto, che di colpo smette di giocare e il Ponte Valleceppi, allora, colpisce ancora. Minuto 37′, punizione da sinistra, una sorta di corner corto, Sinisi pennella al centro, Marri irrompe di testa, Zandrini respinge come può, e ancora Marri in spaccata corregge sottomisura per uno dei suoi classici gol che vale il punto dell’1-3. Corsa sfrenata dell’attaccante ad esultare sotto la tifoseria ospite e a dedicare il gol al figlio Tommaso e alla moglie. Per El Buitre, prima chance da titolare con Ciucarelli e subito gol pesante. Il tempo si chiude con una pregevole azione, soprattutto viste le condizioni del campo, dello Spoleto, iniziata da Bianchi che apre a sinistra per Sensi, cross dietro per Gbale che perde l’attimo della battuta e allunga a destra per l’accorernte Colangelo, destro sul primo palo del numero 7, ma Biscarini disinnesca respingendo in angolo e mandando così il Ponte Valleceppi all’intervallo avanti di due reti. La ripresa si apre con il Ponte Valleceppi che controlla agevolmente il doppio vantaggio, e anzi, con lo Spoleto aperto e sbilanciato dietro, avrebbe qualche occasione di arrotondare il punteggio. Come al 15′ quando Marri serve Urbanelli che si accentra dalla sinistra, salta un paio di avversari e poi spara alto sopra la traversa. Comincia la girandola delle sostituzioni: nello Spoleto debutta Olivieri nel ruolo di terzino sinistro, con Bellucci che esce acciaccato e Sensi che passa a fare il centrale; Ciucarelli risponde richiamando Marri e Sinisi, che escono fra gli applausi, inserendo in rapida successione Regnicoli, al rientro dopo il lungo stop per infortunio, e Cecchini, che ha smaltito i problemi alla spalla. Al 26′ lungo lancio per Urbanelli che di testa porta via palla sverniciando Boninsegni, ingresso in area e conclusione di destro ampia sul fondo con il numero 7 che reclama il calcio d’angolo senza che l’arbitro, il signor Nicchi di Gubbio, lo decreti. Due minuti dopo il presidente onorario dello Spoleto Antonini viene allontanato dalla panchina per proteste, mentre alla mezz’ora Ciucarelli getta nella mischia anche il classe 2002 Ricci, come quinto basso a sinistra, al posto di un esausto ma positivo Polidoro. Al 36′ buona combinazione a tre dello Spoleto con Gbale che sponda per Luparini, imbucata per Ubaldi che si allunga troppo la sfera, con Biscarini bravissimo ancora a leggerla e anticipare l’attaccante in scivolata di piede prima della conclusione. Anche qui, come in avvio, l’episodio spaventa un po’ il Ponte Valleceppi che al 39′ rischia di rimettere in partita gli spoletini quando Ragnacci viene a contatto in area ospite con Pigazzini; per Nicchi è calcio di rigore. Dagli 11 metri si presenta Luparini, botta secca centrale, Biscarini è spiazzato, ma la palla incoccia la traversa prima che Ragnacci di testa si fiondi sulla respinta allontanando in corner. Passata la paura, il Ponte Valleceppi la porta a casa senza ulteriori patemi. Standing ovation per Urbanelli, sostituito da Betti, mentre lo Spoleto chiude con Peppoloni per Pigazzini. Al secondo dei tre minuti di recupero il Ponte Valleceppi meriterebbe addirittura il poker quando Potenza apre la 4×100 in contropiede servendo a sinistra Regnicoli, palla di prima per l’inserimento di Vergaini che viene palesemente sbilanciato da Bianchi al momento di concludere con la palla che carambola sulla testa del difensore ponteggiano prima di spegnersi sul fondo, senza che Nicchi assegni il penalty. Poco male, perché per oggi, basta anche così: 3-1 a Spoleto, 3 punti, e -1 dalla salvezza. E domenica primo scontro diretto con il Massa.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!
200 VOLTE MARRI... GRANDE CAPITANO!